giovedì 1 dicembre 2011

Attendo




Attendo il diradarsi
di questa nebbia
gli scheletri degli alberi ora
rattristano la mia Anima
e non trovo parole belle
per la mia vita
per il mio cuore.

È inverno
lo so
ancora
e a volte la galaverna
oltre ai rami
avvolge il mio cuore
facendolo brillare
in insperati raggi.

È bello così
almeno brilla un po’.

Attendo,
ho pazienza
passerà…


Matteo Cotugno
21-01-2010
diritti riservati
tratta dal mio libro PoesiAnima (Selezione Premio Poesia Alessandro Tassoni 2011)

5 commenti:

  1. Matteo .........
    quanta dolcezza.. quanto son teneri questi versi tuoi e di tutti noi
    che l'inverno gela il cuore
    ma lo scintillio del sole
    sebbene per poco lo riscalda!
    STUPENDA
    Grazie
    Cristina...

    RispondiElimina
  2. Eleuterio Cimini1 dicembre 2011 22:09

    versi profondi, soffi di tristezza e malinconia brividano i prati del cuore... però, trafila luce e speranza nelle parole finali e rende il sapore della poesia fragrante come la tenerezza... Grazie Matteo!

    RispondiElimina
  3. L'attesa a volte è ammantata dall'aspettativa ..la non rinuncia ...la vita che inevitabilmente ritornerà con la primavera ...a riempire rami spogli ed il tuo cuore nel cerchio magico delle emozioni

    RispondiElimina
  4. Bellissima l'immagine di quest'anima che attanagliata dalla morsa dell'inverno cerca cmq di brillare, aspettando nuove primavere.....la tua Matteo brilla nella poesia, ed è un continuo fiorire di gemme splendide.....Grazie di cuore Benassi

    RispondiElimina
  5. emozionante poesia, una chiusa che mi è piaciuta molto.
    Buona giornata
    Bellucci

    RispondiElimina